L’arte è una questione urbana

5 Ottobre 2015


La street art torna protagonista nella seconda puntata della nuova serie MURO – curata da David Diavù Vecchiato e prodotta da Sky Arte HD e da Level 33, in collaborazione con Il Fatto Quotidiano – in onda domani sera in prima visione. Otto città italiane accolgono altrettanti artisti urbani, invitati a lasciare il proprio segno sulle pareti cittadine, instaurando un fervido dialogo con il luogo, la sua storia e i suoi abitanti. Dopo l’emozionante intervento di Jim Avignon a Ravenna, la seconda tappa di un viaggio all’insegna della creatività mette alla prova un altro artista internazionale, autore di un suggestivo murale in uno dei più caratteristici borghi abruzzesi.

Le telecamere di Sky Arte HD ci accompagneranno alla scoperta dell’intervento di Axel Void – noto street artist americano, al secolo Alejandro Hugo Dorda Mevs – su uno dei muri di Mosciano Sant’Angelo, in provincia di Teramo. Dall’ideazione fino agli ultimi tocchi di pennello, seguiremo la realizzazione dell’incredibile murale sulla degradata parete esterna dell’edificio che ha rimpiazzato la Chiesa dell’Annunziata, in piazza Saliceti, abbattuta nel 1962 e sostituita da un edificio moderno.  Anche in questo caso la pubblica amministrazione ha scelto uno spazio da mettere a disposizione dello street artist per combattere il degrado urbano con un dipinto murario da eseguire in soli tre giorni.

Per colmare il vuoto lasciato dall’antica chiesa, Axel Void ha voluto rappresentare sul muro che la sostituisce un’immagine ispirata all’iconografia sacra, declinata in chiave contemporanea. Traendo spunto dalle sculture un tempo conservate nella Chiesa dell’Annunziata, l’artista ha volutamente tratteggiato una figura divisa in due, che possa essere colmata dai ricordi dell’intera popolazione. Anche questa volta l’arte si tinge di una sfumatura davvero pubblica, inserendosi nel delicato mosaico della memoria collettiva.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #MURO15.