Sfida all’ultimo colpo. Di pennello!

26 Agosto 2013


Gli sconfinati e magnifici panorami del profondo ovest, solcati dai canyon simbolo dell’epopea della Frontiera. E le rigogliose campagne del sud-est, trapuntate di placide ville ottocentesche. Ultima settimana di viaggio per Ben Sargent e Kenny Harris, scultore l’uno e pittore l’altro, newyorchese il primo e losangelino il secondo. Protagonisti dell’eccitante corsa coast to coast  di Art Race. La serie che dimostra come con la cultura si mangia eccome! E si viaggia…

Quaranta giorni, migliaia di chilometri da percorrere, un solo dollaro a disposizione. Il compito di attraversare gli Stati Uniti grazie al frutto della propria arte: barattando e vendendo quadri e disegni, schizzi e bozzetti. In cambio di uno strappo o un posto per la notte, a volte per un semplice pasto caldo. Una lunga avventura condotta da uno stato all’altro, percorrendo sentieri non convenzionali, strade meno battute: alla scoperta dell’America più profonda.

Kenny rimedia un passaggio su un piccolo aereo da turismo: dall’oblò si gode il colpo d’occhio mozzafiato sugli straordinari tesori naturalistici del Grand Canyon e dell’Escalada, prima di atterrare nel pieno del deserto che separa Utah ed Arizona. E proseguire il proprio viaggio alla volta della sfavillante Las Vegas. Ben sceglie invece un altro mezzo di trasporto: eccolo alla ricerca di una stazione ferroviaria, deciso a imbarcarsi alla volta della Grande Mela.

Con il passare dei giorni ecco profilarsi all’orizzonte la meta tanto agognata. Ma Art Race prevede uno ed un solo vincitore… chi avrà racimolato più denaro al termine del proprio viaggio? La resa dei conti avviene in galleria: a distanza di migliaia di miglia l’uno dall’altro Ben e Kenny inaugurano la mostra con le opere nate nel corso della loro odissea. Chi venderà di più nel corso dell’opening porterà a casa l’intera posta in palio.

La curiosità – Dall’Acadia National Park fino allo Zion Park, dal Maine allo Utah. Letteralmente: dalla alla zeta . Sono cinquanta i parchi naturalistici che, negli Stai Uniti, offrono periodi di residenza ad artisti, accompagnandoli nel proprio percorso creativo di narrazione del paesaggio americano. Tra le mete più gettonate, naturalmente, il Grand Canyon: quattrocento le richieste per soli diciotto posti disponibili nel 2013.