Uno sguardo sulle città. In forma di foto

15 Ottobre 2013


Il set, la disposizione delle luci e dei modelli, la costruzione di un contesto congeniale allo scatto perfetto; azioni minuziose, calcolate, improntate a una precisione assoluta e totale. E poi, altro lato della medaglia, l’imponderabile meraviglia offerta dal caso, dall’occasione, dall’opportunità; la capacità di cogliere il momento, la situazione, che diventa ingrediente fondamentale dell’opera d’arte.

È dedicata ad un approccio istintivo, viscerale, magico e istintivo con la fotografia una nuova puntata di Vogue Masters, la serie realizzata da Sky Arte HD in collaborazione con la redazione di vogue.it  e il sostegno di Bulgari, viaggio alla scoperta dei segreti dei più importanti cerativi della nostra epoca. Scrittori, artisti, registi, attori e – ovviamente – fotografi. Primi e più fortunati narratori, questi ultimi, di una contemporaneità destinata a diventare Storia.

Una reflex nella borsa, la porta di casa che si chiude alle proprie spalle e via: verso l’ignoto. Le telecamere scendono in strada insieme ad Alex Webb, in forze all’agenzia Magnum, e alla moglie Rebecca Norris, da sempre impegnati a raccontare le tensioni e le situazioni più intriganti e insieme difficili della grandi metropoli. Un oggetto di indagine affine a quello che persegue Jérôme Sessini, con cui ci spostiamo nel caos di una tentacolare e babilonica Città del Messico.

Ha documentato la Milano che cambia e Beirut, massacrata e umiliata da uno tra i conflitti più terribili della nostra epoca; ma anche Berlino: città orgogliosa, simbolo della capacità di reagire e risollevarsi. L’indimenticabile Gabriele Basilico, scomparso solo pochi mesi fa, è tra i protagonisti di una puntata che guarda al paesaggio urbano come radiografia di un paesaggio interiore; svelando le inestricabili connessioni tra un luogo e chi lo crea, lo plasma giorno dopo giorno. Lo vive.

La curiosità – Si intitola The Wrong Side  : è il reportage che Jérôme Sessini, professionista al lavoro per Magnum, ha compiuto in Messico. Documentando le condizioni di vita di chi vive a ridosso del confine con gli Stati Uniti, ossessionato dall’utopia di un benessere che aggiorna il concetto di “sogno americano”.