A spasso per la Ville Lumiére

21 Agosto 2014


Marc Chagall ha dichiarato che se non ci fosse andato non avrebbe mai scoperto se stesso. Gli ha fatto eco Joan Mirò, affermando che solo ottenendo successo lì, in quel particolare ed eccezionale contesto, si può dire di essere arrivati. Parliamo di Parigi, la sfavillante Ville Lumiére, città che per buona parte del Novecento esercita il ruolo di indiscussa capitale internazionale della cultura. Luogo magico, dove può accadere di tutto. Come dimostra la serata speciale in onda su Sky Arte HD.

Si parte ricordando Gli anni luminosi, quelli cioè che vedono Parigi brillare della sua irresistibile vitalità e richiamare – quasi fossero falene attratte da una lampada – le menti più geniali del Ventesimo Secolo. È rileggendo insieme le parole di Ernest Hemingway e Pablo Picasso, Man Ray e Igor Stravinsky che riusciamo a ricreare le atmosfere di una stagione consacrata alla bellezza. Scoprendo come lo spirito ammaliante della città abbia influenzato non solo la creatività dei diversi protagonisti, ma persino il loro modo di guardare alla vita.

Facciamo poi tappa in tre luoghi simbolici, icone di arte, cultura e… divertissement!  Straordinarie le immagini esclusive girate all’interno del Musée d’Orsay, stazione ferroviaria riconvertita a spazio espositivo, diventata la “casa” degli Impressionisti. Sono conservate qui, nell’allestimento curato a suo tempo dalla nostra Gae Aulenti, tutte le opere più importanti dei maestri – Monet, Degas, Renoir, Manet – che hanno siglato la più grande rivoluzione mai messa a segno dall’arte moderna.

Se c’è stato un ambiente congeniale ai pittori dell’epoca questo è senza dubbio il café chantant!  Lasciamoci allora ammaliare da Le dive del Mouline Rouge, scoprendo i segreti di uno dei cabaret più longevi e famosi del mondo; prima di trasferirci all’ombra della mitica torre disegnata da Gustave Eiffel – L’ingegnere di ferro. Protagonista del documentario che indaga una costruzione capace di sfidare e sconfiggere le leggi della fisica.

Commenta con noi la serata sui social network seguendo l’hashtag #NightInParis

La curiosità – Attira ogni anno non meno di sei milioni di visitatori: per una stima che fa salire a 220 milioni il numero di quanti l’hanno “scalata” dal 1889, anno della sua realizzazione, ad oggi. Impressionanti i record della Tour Eiffel; davvero niente male per un monumento che una personalità come Guy de Maupassant bollò come “inutile” .