Il Premio Furla si racconta. A Milano

24 Aprile 2015


All’interno di Palazzo Reale, nel centro storico di Milano, tra marzo e aprile è stato possibile ripercorrere 15 anni di storia dell’arte contemporanea italiana, in pochi passi. Merito della mostra Growing Roots – 15 anni del Premio Furla, che ha riunito per la prima volta tutti i vincitori delle 10 edizioni del premio, fondato nel 2000 e divenuto nel tempo un’istituzione di caratura internazionale. Stasera, Sky Arte HD offre l’occasione di rivisitare l’esposizione e, con essa, una magnifica storia italiana di arte giovane e mecenatismo impegnato nella promozione dei talenti nostrani.

La mostra ha proposto a Milano un percorso espositivo in dieci stanze, per raccontare altrettante edizioni e poetiche: quelle degli artisti vincitori, le cui opere ultra-contemporanee contrastano piacevolmente con lo stile aulico dell’Appartamento dei Principi, nel cuore di Palazzo Reale.

Grazie al Premio Furla, il pubblico – abituato magari a esposizioni retrospettive, di artisti già storicizzati – ha avuto l’occasione di confrontarsi con tutti i linguaggi artistici del presente. Si spaziava infatti dai video di Maria Iorio & Raphael Cuomo, alla performance e ai disegni di anatomia “emotiva” ideati da Sissi; dalla bara-scultura di Sislej Xhafa ai 60 elementi in Corian di Luca Trevisani, che passano senza soluzione di continuità dal piano orizzontale a quello verticale della sala. La mostra è diventata allora un’opportunità unica per recuperare il dialogo interrotto tra giovani artisti e spettatori.