La notte dei cinefili. Con Stanley Kubrick

27 Febbraio 2015

Stanley Kubrick

Sky Arte HD omaggia con una serata speciale – anzi, una notte intera! – il talento e il genio cristallino di Stanley Kubrick. Qualsiasi genere cinematografico abbia affrontato, dall’horror al film in costume d’epoca, il grande regista ha sempre rinnovato stili e convenzioni fino a creare capolavori inimitabili. Il suo cinema non è mai stato banale, al contrario: la densità di simbolismi è tale che, ancora oggi, molto del “non detto” nei suoi film resta ancora “da dire”.

La nostra Kubrick Night comincia appunto dalla ricerca dei più intriganti misteri legati alla figura del regista e, in particolare, a uno dei film più conosciuti e apprezzati del cineasta: Shining. Il documentario Room 327, diretto da Rodney Ascher, scava a fondo nel mondo onirico e visionario del lungometraggio e del suo autore.
Tra fantasiose ed emozionanti teorie complottiste e sentiti omaggi, Ascher seziona Shining un frame alla volta: svela piccoli errori e incongruenze, ma anche messaggi subliminali; rivela l’inquietante apparizione, durata lo spazio di un fotogramma, del volto di Hitler o di Kubrick stesso, ridisegna i tragitti percorsi dai protagonisti tra i corridoi maledetti dell’Overlook Hotel, trovando assonanze imprevedibili e suggerendo immagini sconvolgenti. Dietro la terribile stanza 237, vaso di Pandora che scatena forze diaboliche, potrebbero nascondersi segreti che escono dalla finzione cinematografica e si fondono con la realtà…

A seguire, facciamo un salto indietro nella carriera cinematografica di Kubrick a scoprire il suo primissimo lavoro, Fear and Desire. Opera prima dal titolo programmatico, che però il regista rinnega una volta giunto alla maturità artistica. È giunto il momento di riscoprirlo, grazie al paziente lavoro di ricerca condotto da Gianni Canova negli archivi del cinema d’autore.
Proprio a proposito di archivi, bisogna sapere che Kubrick era il geloso custode del suo stesso magazzino di idee: stasera, L’archivio segreto di Stanley Kubrick ci si aprirà davanti, attentamente esaminato dal giornalista Jon Ronson per regalarci una nuova visione del genio cinematografico.

Infine, la Kubrick Night si conclude con la riscoperta di altri due capolavori poco conosciuti del regista scomparso, riproposti agli spettatori di Sky Arte HD nella serie RaroArte. Il primo appuntamento è con Day of the Fight, ritratto del pugile irlandese Walter Cartier, diretto da Kubrick nel 1951. Anche The Seafarers riprende un topoi statunitense, quello della vita dei sindacati portuali, di cui un giovane Kubrick denuncia il monopolismo attraverso storie d’amore e amicizia.

Seguite la serata sui social network: l’hashtag è #KubrickNight.

La curiosità – Ha fatto la storia del cinema, ma sembra che il cinema… non se ne sia accorto! Sono diverse le nomination all’Oscar ottenute in carriera da Stanley Kubrick, ma incredibilmente non è mai stato premiato come miglior regista o per il miglior film.