The Cure, il lato dark della musica

13 Luglio 2016

the cure

Sono la quintessenza degli Anni Ottanta. La furibonda energia del punk, la spensieratezza del pop e la ricercata leggerezza new wave, le cupe atmosfere dark e le felici digressioni rock concorrono a comporre il variopinto e stupefacente mosaico dei protagonisti di The Cure Night. Sulla scena da quasi quarant’anni, la band di Robert Smith ci accompagnerà attraverso le tappe della sua carriera durante l’imperdibile approfondimento in onda mercoledì 13 luglio.

La serata si aprirà con l’entusiasmante episodio di Rock Legends intitolato alla band britannica. Fondato nel 1976, il gruppo ha visto succedersi differenti line up, potendo però sempre contare sul suo inossidabile frontman. Emblema della poetica post punk e della corrente new wave, i Cure si affermarono definitivamente negli anni Ottanta con melodie cupe e tormentate, che li associarono in maniera netta a un rock gotico e introspettivo. Attraverso una serie di interviste e di materiali d’archivio, l’approfondimento chiarirà gli aspetti più intriganti dell’iconica band.

Anche i loro live hanno fatto epoca e uno di questi chiuderà l’emozionante serata. The Cure at Hurricane Festival ci farà rivivere l’esibizione del gruppo sullo sfondo del festival tedesco nel 2012. Forti dell’energia convogliata in album e brani storici come Just like heaven, Boys don’t cry e Friday I’m in love, i Cure hanno regalato al pubblico una performance degna dei grandi nomi della musica.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #TheCureNight.