Tony, pescatore di capolavori

24 ottobre 2014


Tony Varney è un pescatore, vive in Irlanda, e una mattina decide di andare gettare la lenza dalle parti di Youghal, nella zona di Cork. Non è dato sapere perché, tornando a casa, si fermi nei pressi di una discarica; e non è dato sapere perché in questa di scarica sia finito parte degli arredi della famiglia di sir Blake, a fine Ottocento governatore britannico delle Bahamas. Ma tra quelle anticaglie c’è, nascosto, un piccolo tesoro.

Questo è un caso per l’art dealer Philip Mould e per la giornalista della BBC Fiona Bruce. Questa è un caso per Art Investigation, la serie che indaga alcuni tra i più controversi misteri del mondo dell’arte. Spinosa la questione che coinvolge Tony, che si presenta in una casa d’aste con un dipinto attribuito senza pericolo di smentita a Winslow Homer, artista americano tra i più quotati del suo periodo.

Le versioni sono discordanti a seconda che si rivolga a questo o quell’esperto di mercato, per cui la stima oscilla tra le trentamila e le 250mila sterline. Ma indipendentemente da questo c’è un fatto incontrovertibile: Tony è seduto su un bel gruzzolo. Suo? Già, perché la questione si sposta immediatamente sul profili legale: il pescatore può essere ritenuto legittimo proprietario del bene che ha rinvenuto? O è lecito rintracciare gli eredi dei Blake?

Si apre una feroce battaglia, ricca di colpi di scena; tra aste, passaggi di proprietà, vendite rocambolesche, attribuzioni, perizie e controperizie. Riuscirà Tony a far valere i propri diritti? Ma soprattutto: può davvero vantare la proprietà del quadro che ha rinvenuto? La risposta al termine di un episodio che ci terrà con il fiato sospeso, guidandoci verso un finale inaspettato.

La curiosità – C’è chi trova arte in discarica e chi… ce la manda! È capitato a Bari lo scorso mese di febbraio, con un’addetta alle pulizie della Sala Comunale “Murat” che scambia alcune tra le opere di una mostra in fase di allestimento per cartoni da imballaggio pieni di immondizia. E dunque getta via tutto, per un danno di circa 10mila euro.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close