Tra genio e ribellione

19 Agosto 2016

operazione caravaggio

Cavalcando epoche, stili e pratiche pittoriche differenti, i protagonisti dello speciale dedicato agli Artisti Maledetti, in onda domenica 21 agosto su Sky Arte HD, hanno saputo lasciare un’impronta indelebile nella storia dell’arte internazionale. Ribelli, tormentati e allergici alle convenzioni, questi maestri della creatività hanno trasformato la propria epoca, eppure il loro talento è stato riconosciuto soprattutto dai posteri.

Lungo un fil rouge cronologico, aprirà la serata un grande genio della pittura cinque-secentesca, al quale è intitolato l’approfondimento Operazione Caravaggio. L’affascinante produzione Sky Arte HD ripercorrerà le intricate vicende di un’eccezionale opera del Merisi, la cui storia resta un vero e proprio rompicapo per gli storici dell’arte contemporanei, la Natività con i Santi Lorenzo e Francesco d’Assisi. Rubata a Palermo nel 1969 e mai più ritrovata, la tela è stata oggetto di un incredibile rifacimento, a opera del team di esperti della Factum Arte di Madrid.

A seguire, Van Gogh – Un nuovo modo di vedere, il documentario diretto da David Bickerstaff, ci accompagnerà in un incredibile tour immersivo attraverso il nuovo allestimento del Museo Van Gogh di Amsterdam, alla scoperta delle sue sale e dei magazzini, generalmente preclusi ai visitatori. Un percorso emozionale tra le opere meno note e i più famosi capolavori, come I mangiatori di patate, I Girasoli, Iris, La camera di Vincent ad Arles. E una testimonianza reale dell’innovativa creatività di un genio incompreso.

In chiusura di serata, l’episodio della serie Artists in Love ci farà incontrare Amedeo Modigliani e Jeanne Hébuterne, una coppia tanto romantica quanto tragica. Modì – in francese maudit, il maledetto – e la giovanissima Jeanne caddero vittime di una passione travolgente, che li condusse in una spirale di caos, povertà e ottenebramento. Modigliani stava varcando le soglie della notorietà artistica, nonostante la dipendenza da alcool e droga e la minaccia della tubercolosi già in agguato. Jeanne, a sua volta pittrice dotata di un discreto talento, divenne ben presto la musa di Modì e il soggetto ricorrente dei suoi ritratti. Rimasta incinta del secondo figlio, la giovane donna non riuscì a sopportare la drammatica morte dell’amato, ucciso dalla tubercolosi a soli 35 anni, il 24 gennaio 1920. Il giorno successivo, accecata dal dolore e al nono mese di gravidanza, Jeanne si suicidò, siglando la conclusione di una storia straziante e appassionata.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #Ribelli.