Un giovane medico nella Russia degli Zar

6 Febbraio 2014


Rivoluzione? Quale rivoluzione! Il rombo de cannoni e le fiamme che incendiano il Palazzo d’Inverno sono lontani, molto più di quanto non dicano le sterminate distese della Russia Bianca e dell’Ucraina. Frammentarie le notizie che arrivano da Pietroburgo, saltuarie le comunicazioni che evocano i fuochi di un cambiamento epocale. Un oblio assoluto e terribile quello a cui è condannato, suo malgrado, un giovane e disperato medico di provincia.

Si basa sui racconti autobiografici di Mikhail Bulgakov, tra i più grandi autori del Novecento, egli stesso dottore di frontiera: Appunti di un giovane medico arretra il calendario al 1917, punta la lente d’ingrandimento sul minuscolo villaggio di Muryevo, perso nell’immensità della Russia più selvaggia. Un luogo estremo, dove vige ancora una violenta società di tipo feudale; un inferno nel quale si rischia di sprofondare, travolti dalle proprie debolezze.

Quelle che minano il carattere di Daniel Radcliffe, splendido protagonista di una miniserie che Sky Arte HD propone nella sua interezza, nel corso di una lunga maratona. Il brillante attore inglese, noto nel mondo per aver prestato il proprio volto al magico Harry Potter, oggi è cresciuto: prova da interprete di razza, la sua, nel ruolo difficile e complesso di un giovane tormentato dall’ansia di emergere, di trovare un senso alla propria vita. Missione ardua se si è costretti a lavorare ai confini della civiltà.

Il tormento e l’insoddisfazione spingono all’evasione dalla realtà, nel tentativo disperato di alienarsi da una situazione di insopportabile angoscia. Non è difficile per un medico avere accesso agli oppiacei, impossibile mantenere la lucidità e non lasciarsi travolgere dal più incontrollabile dei vizi. Inizia una lenta e inesorabile caduta nell’abisso dell’autodistruzione; un drammatico viaggio alla scoperta del lato più oscuro di sé

La curiosità – Davanti alla macchina da presa all’età di soli dieci anni, come interprete dello sceneggiato della BBC ispirato a David Copperfield; ad Hollywood subito dopo, al fianco di Pierce Brosnan ne Il sarto di Panama . E poi il successo planetario di Harry Potter: ha bruciato le tappe Daniel Radcliffe, tra le più giovani star di successo del mondo del cinema. Tra i suoi record anche quello che lo vede il più giovane personaggio mai ritratto esposto alla prestigiosa National Portrait Gallery: dove alberga dal 2006, in veste di maghetto, immortalato dai pennelli di Stuart Pearson Wright.