Un San Valentino dalle emozioni forti

12 Febbraio 2014


Se siete convinti che il 14 febbraio siano di rigore mazzi di fiori e cioccolatini, cenette a lume di candela e orsacchiotti di peluche, magari distesi su uno stuolo di petali di rosa e sospesi tra le volute di incensi all’aroma di vaniglia, beh… sappiate che avete sbagliato canale! Perché su Sky Arte HD la festa degli innamorati vive di suggestioni e atmosfere decisamente fuori dagli schemi: in onda Bad Valentine, maratona che omaggia il più sacro e intimo dei sentimenti attraverso la forza di passioni brucianti, anche se contradditorie e contrastanti.

Si parte con il più lirico e stranito capolavoro di Kim Ki-duk, Leone d’argento a Venezia: vincono un insondabile solitudine e il dolore per la violenza domestica i due amanti di Ferro 3 – La casa vuota, assurdi abusivi che si insediano con rispettosa devozione nelle dimore di chi parte per viaggi o vacanze. Rivelandosi topi d’appartamento che si appropriano esclusivamente di una pace loro negata, nell’illusoria utopia di una quotidianità dominata dalla purezza dei sentimenti.

Un mood etereo, che si scontra in modo inesorabile con il vortice di perdizione e nichilismo nel quale sprofondano Sid e Nancy – Sex, drugs and punk: un attento docu-film ricostruisce la tormentata relazione tra il bassista dei Sex Pistols e la sfortunata compagna, morta giovanissima per dinamiche mai del tutto chiarite. Sullo sfondo di una scena punk virulenta, tossica ed esagerata, va in scena il più classico balletto tra eros e thanatos, segnato da un epilogo terribile. Che potrebbe riservare inquietanti sorprese…

A chiudere la serata è un’altra coppia sfortunata, questa volta estranea al reale e frutto della fantasia di uno tra i geni più limpidi della letteratura di tutti i tempi. Kenneth MacMillan disegna le coinvolgenti coreografie per il Romeo e Giulietta musicato da Prokfiev: un grande classico della danza contemporanea, esaltato dalla spettacolare performance degli artisti del prestigioso Royal Ballet di Londra.

La curiosità – I milioni di cartoline di auguri spediti ogni anno dagli innamorati di tutto il mondo hanno un illustrissimo precedente. Risale al 1415 la prima “valentina” di cui si abbia traccia: fu scritta da Carlo d’Orleans, all’epoca prigioniero di guerra in quel di Londra, alla moglie Bonne d’Armagnac. Chiamata affettuosamente proprio “valentina”…