Un viaggio nel mondo digitale

31 Maggio 2016

Dago in The Sky Selfie

Non sono trascorsi neppure trent’anni dal 1989, eppure quell’anno è già entrato nella Storia recente. Mentre il mondo assisteva alla caduta del Muro di Berlino, Tim Berners-Lee inventava la Rete, il Web, Internet. Nel 1989, finiva un’epoca e ne iniziava un’altra. Fantastica e sconcertante. Una tempesta di clic, di siti, di fotogrammi destinati a entrare nel nostro immaginario visivo.

Dago in the Sky, la nuova serie a puntate in onda a partire da mercoledì primo giugno su Sky Arte HD, tenterà di descrivere un’epoca convulsa, in un viaggio tra la fine del medioevo analogico e il nuovo Rinascimento digitale, fra informazione, curiosità, cultura, tecnologia e belle arti.

Il titolo del primo episodio Io sono la mia fiction (Selfie o la costruzione di sé?) richiama alla mente una delle più gettonate pratiche contemporanee, quella del selfie. Tra ossessione e divertimento, il selfie è oggi la via più semplice per consegnare agli altri un’immagine diversa di se stessi grazie alla tecnologia seguita alla rivoluzione digitale e all’uso massivo dei social network.

Nel corso della puntata, numerose personalità di fama internazionale si interrogheranno sulle incredibili potenzialità del selfie. Obama, Papa Bergoglio, Kirsten Dunst e James Franco presteranno la propria voce all’analisi di uno dei fenomeni più massivi della società contemporanea, letto in un’ottica non per forza negativa. Come sottolinea lo scrittore Douglas Coupland: “I selfie sono tentativi di creare un autentico senso di sé al cospetto del vortice di informazioni che cresce a ritmo esponenziale e in cui essere un individuo autonomo sta diventando sempre più difficile”.

Commentate sui social network la speciale serata utilizzando l’hashtag #DagoInTheSky.