Una diva con i pantaloni

1 marzo 2013


Un reame con innumerevoli regine la Hollywooddegli Anni Cinquanta: dalla fragile femminilità di Marilyn Monroe alla prorompente sensualità di Joan Crawford, passando per la romantica Bette Davis e – naturalmente – la sensibile e leggiadra Audrey Hepburn. A emergere su tutte, carattere fortissimo e maturo, autoritario  sul set come nel privato, è Katharine Hepburn: una signora del cinema, raccontata in una nuova puntata di Vite da star.

Un documentario completo, a indagare la parabola di una delle maggiori interpreti di tutti i tempi: l’unica capace di conquistare per quattro volte – due delle quali consecutive – il premio Oscar come miglior attrice protagonista. Ruoli mai superficiali, sempre intensissimi quelli accettati da una vera e propria icona di Hollywood: indimenticabile al fianco di mostri sacri come Humphrey Bogart e Burt Lancaster.

Tra spezzoni di film indimenticabili e il commento di alcuni tra i più autorevoli critici cinematografici americani, ecco prendere corpo una biografia per immagini, costellata degli innumerevoli successi di una delle signore di Hollywood. Dagli esordi a teatro fino ai grandi riconoscimenti internazionali, passando da commedie brillanti come “Susanna” all’epocale “Indovina chi viene a cena?”.

Sfilano sotto traccia aneddoti e racconti sulla vita privata di una personalità schiva e riservata, lontana dagli scandali di altre stelle del cinema. A infiammare il cuore della Hepburn è la tormentata storia d’amore con Spencer Tracy, a lungo compagno sul set e nella vita: uomo diviso tra la famiglia, mai abbandonata, e la lunga avventura galeotta con un’amante dal fascino irresistibile.