A spasso per Rimini con Marina Massironi

7 giugno 2013


Un’atmosfera interrotta, quasi sospesa al di sopra del tempo. È quella, magica e conturbante, di una Rimini inedita: lontana dal caos dell’estate e dalla colorata e caotica invasione dei turisti. Più vicina, semmai, ad una dimensione intima, fotografia di una memoria privata dagli echi felliniani. Non l’unica sorpresa di una nuova puntata di Bookshow, la serie con cui Sky Arte HD trasforma il cuore delle più belle città d’Italia in inconsueti palcoscenici per la lettura dei classici di ieri e di oggi.

Non la solita Rimini, dunque. E nemmeno la solita Marina Massironi. Il grande pubblico è abituato all’irresistibile caratterista, cresciuta al fianco di Aldo, Giovanni e Giacomo e consacrata al cinema grazie alla prova come protagonista in Pane e tulipani . L’attrice svela oggi il suo lato più magnetico e introverso, leggendo per le strade e le piazze della città romagnola “Sorella”, romanzo di formazione che Marco Lodoli ambienta in un asilo. Dal quale a uscire cresciuta sarà una maestra.

Un effetto magico e straniante, che cattura e seduce. Un invito alla lettura non convenzionale, con Rimini che diventa piacevole salotto a cielo aperto, dove immergersi in modo irresistibile nel gusto che solo un buon libro sa dare. A intrecciarsi con l’incantesimo di parole costruito da Marina Massironi gli interventi dell’irriverente Paolo Calabresi, improbabile professore di letteratura che interroga a bruciapelo i passanti, distribuendo… libri ai meno ferrati!

Spazio poi all’inconsapevole sfida del bookcrossing . Due romanzi vengono abbandonati su una panchina, monitorati dallo sguardo indiscreto di una telecamera: quale verrà “rubato” per primo? Un sondaggio involontario che rivela il gusto degli italiani in fatto di libri, stabilendo ideali classifiche di gradimento e contribuendo a disegnare, una puntata alla volta, una nuova mappa del Paese. Tutta da leggere.  

La curiosità – Attira da sempre le attenzioni del cinema, prestandosi come set per decine di commedie. Ma Rimini è anche luogo letterario. Esce nel 1985 per Bompiani proprio Rimini , romanzo shock firmato da Pier Vittorio Tondelli: un noir che indugia senza pietà sugli eccessi e le contraddizioni di un’estate in Riviera.