Viaggio da sogno sulle ali della musica

28 Giugno 2013


La piccola Anna è triste. Soffre per la distanza che la separa dal suo papà, allontanatosi da Varsavia per raggiungere Londra: un lungo soggiorno all’estero che si protrae di giorno in giorno, senza che si abbiano notizie del suo ritorno. Bighellonando per la città insieme a quel pasticcione di Chip Chip, inseparabile compagno di avventure, ecco spuntare dal buio di un vicolo un pianoforte abbandonato. Sembra ridotto male, gettato in mezzo a una montagna di rifiuti. E invece…

Lo strumento è un Magic Piano, oggetto fatato che può volare sulle ali della fantasia e – naturalmente – della musica. Per Anna e Chip Chip comincia un viaggio straordinario tra i cieli d’Europa, passando dalle luci fascinose della magnifica Parigi ai pericoli delle tempeste che spazzano il Canale della Manica, in un crescendo di suggestione ed emozione. Alla ricerca di un papà sempre più vicino.

Realizzato interamente in stop motion con una raffinata tecnica digitale, il Magic Piano firmato dal regista Martin Clapp è un piccolo grande gioiello di animazione. Trasmesso da Sky Arte HD in simulcast su Sky 3D sa conquistare grazie alla resa spettacolare di immagini mozzafiato, sottolineate in modo sublime da una colonna sonora di grandissima suggestione. Ad accompagnare Anna nella sua avventura sono le romantiche note di Fryderyk Chopin, eseguite da un interprete d’eccezione.

Alla tastiera del gran coda si accomoda Lang Lang, tra i più grandi musicisti di nuova generazione: a suo tempo geniale bambino prodigio, oggi – benché appena trentenne – promessa mantenuta della classica internazionale. Il suo stile sa tessere trame di inarrivabile empatia, che negli ultimi anni hanno saputo incantare il pubblico esigente del Metropolitan di New York e della Carnegie Hall di Londra, facendo del giovane artista una stella di fama mondiale.

La curiosità – Arriva alla regia dopo aver maturato una solida esperienza come tecnico dell’animazione: Martin Clapp lega da sempre il suo nome al mondo del cartoon d’avanguardia. E a quello della musica classica. Nel 2006 è al lavoro sul Peter & the Wolf  diretto da Suzie Templeton, tratto dall’omonima favola musicata da Tchaikovskij.