Viaggio nel cuore dell’Impressionismo

12 dicembre 2014


Nessuno prima di loro aveva osato mettere in discussione le regole del passato, ribaltare la visione secondo cui la pittura debba essere riflesso della realtà così per come di svela nell’esperienza sensibile. Hanno dimostrato che c’è anche un altro modo di guardare alla natura, all’uomo, al paesaggio. Indicando come fondamentale il filtro della percezione individuale, dell’emozione. Dunque dell’impressione.

Sky Arte HD dedica un’intera serata ai grandi maestri dell’Impressionismo, portandoci nella Parigi della seconda metà dell’Ottocento. Incontrando artisti che hanno fatto la Storia, leggendo insieme opere fondamentali per la nascita della cultura contemporanea. Entrando nel clima di una vera e propria rivoluzione, come tale tutt’altro che semplice o indolore: ce lo dimostra Lo scandalo impressionista, documentario che mette a nudo tutte le tensioni che agitarono il gruppo di giovani irruenti artisti destinato a cambiare il mondo.

Si prosegue con quelle che sono vere e proprie piccole monografie rivolte ai maggiori interpreti del movimento. Si comincia passeggiando per i sentieri del romantico giardino de La casa di Alice, là dove Claude Monet spese gli ultimi anni della propria vita nella contemplazione del ricordo della moglie, dipingendo in maniera quasi ossessiva i fiori che lei era solita curare con tanto amore. E si prosegue con la puntata di Pittori in Provenza che ci mette sulla pista di Paul Cézanne.

Dal paesaggio e dalla sfera della natura a quella del ritratto: anche se scandaloso! Ne Il corpo nudo seguiamo Edgar Degas tra boudoir, bordelli, camerini di teatri di posa: luoghi eletti a templi nei quali esaltare la grazia e la poesia della femminilità. Il tour si chiude alla Royal Academy of Arts di Londra, teatro di Ritratti di vita: straordinaria mostra che raccoglie, quasi fosse un book fotografico, i più intensi sguardi fissati su tela da Edouard Manet.

Commenta con noi la serata sui social network seguendo l’hashtag #NotteImpressionista

La curiosità – Parte quasi all’improvviso, senza nemmeno un progetto preciso e con l’idea di fare ritorno dopo pochi giorni. Passerà invece il resto della sua vita a Parigi il veneziano Federico Zandomeneghi, l’unico vero e proprio impressionista italiano. Diventato amico di Renoir e Degas esporrà stabilmente insieme a loro a partire dal 1879.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close