Alla corte di Maria Luigia d’Asburgo Lorena, che portò Parma al massimo splendore

24 Marzo 2019

Fu una sovrana colta e illuminata, discendente da una delle più prestigiose dinastie europee: Maria Luigia d’Asburgo Lorena sarà una grande promotrice dell’arte, in ogni sua declinazione.
Giunta a Parma il 20 aprile 1816, dopo essere stata data in sposa dal re – e padre – Francesco II all’imperatore Napoleone, ormai costretto all’esilio a Sant’Elena, Maria Luigia doterà la città di un teatro, accademie, biblioteche e opere di pubblica utilità. In soli trent’anni, riuscirà a risollevare le sorti del ducato ridotto in miseria, realizzando quanto i precedenti regnanti – prima i Farnese, poi i Borbone – non erano riusciti a fare.
Proprio la sua Parma e i nebbiosi territori della Bassa saranno la nuova tappa della serie Italie invisibili: lunedì 25 marzo, gli spettatori di Sky Arte faranno il loro ingresso in quello che tuttora è ricordato come “il ducato di Maria Luigia“.

Tutti i video >>