Alla corte di Maria Luigia d’Asburgo Lorena, che portò Parma al massimo splendore

24 marzo 2019

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

Fu una sovrana colta e illuminata, discendente da una delle più prestigiose dinastie europee: Maria Luigia d’Asburgo Lorena sarà una grande promotrice dell’arte, in ogni sua declinazione.
Giunta a Parma il 20 aprile 1816, dopo essere stata data in sposa dal re – e padre – Francesco II all’imperatore Napoleone, ormai costretto all’esilio a Sant’Elena, Maria Luigia doterà la città di un teatro, accademie, biblioteche e opere di pubblica utilità. In soli trent’anni, riuscirà a risollevare le sorti del ducato ridotto in miseria, realizzando quanto i precedenti regnanti – prima i Farnese, poi i Borbone – non erano riusciti a fare.
Proprio la sua Parma e i nebbiosi territori della Bassa saranno la nuova tappa della serie Italie invisibili: lunedì 25 marzo, gli spettatori di Sky Arte faranno il loro ingresso in quello che tuttora è ricordato come “il ducato di Maria Luigia“.

Tutti i video >>

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close