Rolling Stone? Non è mai stato un giornale per yuppie

26 febbraio 2019

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

Nato negli anni Sessanta, il magazine Rolling Stone è di fatto cresciuto insieme alla prima generazione dei suoi lettori. Come coniugare questa maturazione, anche anagrafica, con l’immagine di magazine “ribelle” delle origini?
Nel nuovo episodio della serie Rolling Stone ‒ Sesso, stampa e rock ‘n’ roll, in onda mercoledì 27 febbraio, scopriremo la poderosa, controversa campagna messa in atto dalla testata per conquistarsi nuovi pubblicitari e un’identità più “adatta” ai tempi. Il tutto, mentre i Clash e i Talking Heads, con il loro stile rivoluzionario, cambiano a loro volta il significato dell’avanguardia musicale.

Tutti i video >>

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close