Sky Arte HD
SkyArte

L’arte contemporanea va in televisione

29 aprile 2016

L’attesa è quasi finita: mancano solo pochi giorni al debutto su Sky Arte HD del Pomilio Blumm Prize, il nuovo progetto televisivo dedicato all’arte contemporanea e alla ricerca dei più interessanti talenti di oggi. Da lunedì 2 maggio, al via sul canale Sky dedicato alla creatività un contest in quattro puntate.

Come nasce un’opera d’arte? Cosa si cela dietro lo sguardo di un artista? Come si giudica il valore di un’opera? Queste sono alcune delle domande più frequenti che gli spettatori si pongono di fronte all’arte del nostro tempo, combattuti tra la curiosità verso un linguaggio tutto da scoprire e la diffidenza nei confronti di ciò che non si comprende fino in fondo.
Il progetto di Sky Arte HD e Pomilio Blumm prova a rispondere a queste domande e ad accorciare le distanze tra arte e pubblico, seguendo da vicino artisti e curatori nelle varie fasi di ideazione e realizzazione di un’opera d’arte, mostrando il legame tra artista e curatore, raccontando il processo creativo e il rapporto di ogni autore con la realtà che lo circonda, e affiancando la giuria nel percorso di scoperta, valutazione e decisione dell’opera vincitrice del contest.

Sei artisti – la turca Fatma Bucak, il viennese Aldo Giannotti, il portoghese Délio Jasse, i milanesi Andrea Nacciarriti ed Elena Nemkova e il francese Thomas Teurlai; due curatori – Lorenzo Balbi, attivo presso la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino, e Fabiola Naldi, critica d’arte e curatrice indipendente con base a Bologna; tre giurati d’eccezione – l’artista Michelangelo Pistoletto, Presidente di giuria, Alessandra Mammì, giornalista d’arte, e Gianfranco Maraniello, Direttore del Mart di Trento e Rovereto – e un conduttore – l’anchorman televisivo Giacomo Nicolella Maschietti – racconteranno al grande pubblico cosa si nasconde dietro le quinte di un contest internazionale d’arte contemporanea.

Le prime tre puntate del programma presenteranno due artisti, ognuno indicato da un curatore, chiamati a realizzare un’opera completamente inedita partendo da un input dato dalla giuria ai curatori. Le telecamere seguiranno il viaggio di questi ultimi nelle città degli artisti e documenteranno le importanti fasi di ricerca che condurranno, al termine di ogni puntata, alla presentazione dell’opera. La giuria dovrà scegliere quale dei due artisti potrà accedere alla puntata finale.
Durante la quarta puntata i curatori e i tre artisti finalisti allestiranno una mostra con le opere più rappresentative del loro percorso, sottoposte alla giuria nel corso di un vernissage aperto al pubblico. Al termine della serata i giurati decreteranno il vincitore del Pomilio Blumm Prize, cui andrà un premio in denaro del valore di 10mila euro.