Sky Arte HD
SkyArte

Al via l’Esposizione Triennale di Arti Visive di Roma

23 marzo 2017

Lucas Van Eeghen Enigma 2012 tecnica mista, 140x100x60 cm.

Aprirà i battenti il prossimo 26 marzo l’Esposizione Triennale di Arti Visive di Roma, allestita fino al 23 aprile negli ambienti del Complesso del Vittoriano – Ala Brasini e, dal 25 marzo al 22 aprile, nelle sedi collaterali di Palazzo Velli Expo e della Fondazione Venanzo Crocetti.

Sotto l’egida dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano, promossa dalla società Start, con la gestione e l’organizzazione del Gruppo Arthemisia, la mostra, curata quest’anno da Gianni Dunil, si snoda attraverso circa 1000 metri quadrati, contando sull’apporto di 235 artisti e sulla presenza di 253 opere.

Aeterna è il tema attorno a cui ruoterà l’intera mostra, un auspicio alla rinascita dell’artista, in quanto individuo capace di risvegliare la civiltà e di reinterpretarla. Gran parte dell’esposizione trarrà spunto dalle modalità di approccio verso il divino e il trascendente, mettendo in campo una serie di rimandi a una spiritualità incontaminata.

Ne sono un esempio i tre ologrammi luminosi di Rossella Pezzino De Geronimo, in cui la rarefazione delle immagini raggiunge esiti di sublimazione massima, evocando atmosfere quasi alchemiche. Non mancheranno la pittura e la fotografia. Da segnalare gli scatti della fotoreporter Aline Coquelle, le composizioni di Vittoria Malagò ispirate al concetto di transitorietà e gli ironici slittamenti semantici tra opera e materia elaborati da Sabrina Bertolelli.

[Immagine in apertura: Lucas Van Eeghen, Enigma, 2012, tecnica mista, 140 x 100 x 60 cm]