Sky Arte HD
SkyArte

Anche un membro dei Radiohead partecipa al festival di danza e teatro in Veneto

16 luglio 2017

Rember_Compressed

Lo hanno definito “il festival diffuso” perché coinvolge più di 30 città della Pedemontana Veneta, è stato nominato terzo festival per importanza in Italia e ha fatto conoscere in giro per il mondo il nome di una città – Bassano del Grappa – come centro d’eccellenza per la danza contemporanea: sono molte le definizioni che Operaestate Festival ha collezionato in 37 edizioni, e quest’anno costruisce un’estate rock sul palcoscenico e non solo.

Grande evento della stagione estiva, uno spettacolo che riunisce due eventi storici; da una parte, i 20 anni dall’uscita dell’album Ok Computer dei Radiohead; dall’altra il ritorno in Italia, dopo 15 anni di assenza, di una compagnia di danza inglese: la storica Rambert Company, che accanto ai suoi straordinari danzatori chiama a suonare live Philip Selway, batterista della band di Thom York.
La serata, dal titolo Rambert Event (22 luglio, Bassano del Grappa), riunisce estratti dalle coreografie di Merce Cunningham – genio della danza contemporanea – opere di Gerard Richter, artista visivo tedesco ispiratosi alle musiche di Cage per creare dipinti che in scena diventano scenografie e costumi, e, appunto, le composizioni di Philip Selway, che suonerà live anche nella serata bassanese.

Un altro percorso sarà quello legato alle battute di spirito degli attori della Commedia dell’Arte, che riunisce i racconti di Basile secondo Emma Dante ai titoli di Goldoni interpretati da Tindaro Granata e decine di compagnie nazionali.
Ancora teatro e danza ma, questa volta, fuori dai confini del palcoscenico, con le Passeggiate teatrali: da fine luglio a settembre lo spettatore sarà guidato da attori e performer tra i terrazzamenti una volta coltivati a tabacco di Valstagna, fucine di leggende sul contrabbando, ma anche tra le colline dei ciliegi della zona di Marostica, o attraversando ville e skyline naturalistici verso il trevigiano.