Sky Arte HD
SkyArte

A Salerno, l’Ulisse di Nicola Piovani (e Milo Manara)

4 agosto 2017

VeliaTeatro archeologia testi classici mitologia

A partire da questo sabato, 5 agosto, il Parco Archeologico di Elea-Velia, in provincia di Salerno, si prepara a ospitare la 20esima edizione del variegato festival VeliaTeatro che, a dispetto del titolo, ospita in realtà una sintesi di molte discipline creative, variamente portate in scena.

Ne è una prova lo spettacolo di apertura della rassegna, in cui Nicola Piovani mette in musica i Viaggi di Ulisse, con l’obiettivo di esprimere emozioni e drammi del celebre personaggio, così come raccontato nei testi di Omero, Joyce, Tasso, Pindaro, Saba, Kavafis – la cui recitazione viene intercalata alle musiche. A mitologia, letteratura e note si aggiungono poi i disegni del Maestro fumettista italiano Milo Manara, appositamente realizzati per l’opera teatrale di Piovani.

Ma questo non è che l’inizio del festival, la cui programmazione di protrae fino al 28 agosto. In cartellone figurano altri appuntamenti con i grandi testi dell’epoca classica: Roberto Herlitzka interpreta per il teatro il De rerum natura di Lucrezio, mentre l’Euridice di Claudio Magris – scrittore vincitore del Premio Strega nel 1997 – è incarnata da Daniela Giovanetti e Daniela Troilo dedica all’altra grande eroina dell’antichità, Antigone, il suo “canto”.
A chiudere in bellezza VeliaTeatro sarà Giuseppe Argirò, che dirigerà L’Orestea, trilogia teatrale – l’unica giunta a noi nella sua totalità – con cui Eschilo vince nel 458 a.C. le Grandi Dionisie.