Sky Arte HD
SkyArte

Una mostra racconta l’unico tour in Italia di Jimi Hendrix e dei suoi Experience

16 maggio 2018

Nel maggio 1968, Jimi Hendrix e la sua band Experience, composta da Noel Redding e Mitch Mitchell, sbarcano per la prima volta in Italia per una serie di concerti a Milano, Roma e Bologna: sarà l’unico tour italiano del più grande chitarrista della storia del rock.
Da quell’esperienza memorabile ne è nato un libro, dal titolo Hendrix ’68 – The Italian Experience, a cura del giornalista e storico musicale Enzo Gentile e di Roberto Crema ,collezionista hendrixiano nonché fondatore e curatore del blog jimihendrixitalia.blogspot e presidente dell’omonima associazione.

Uscito ad aprile 2018, il volume ha a sua volta ispirato la mostra omonima che verrà inaugurata alla Triennale di Milano il prossimo 17 maggio, per proseguire fino al 3 giugno, presentando una selezione dei materiali raccolti nel libro.
La sede della mostra non è casuale: a Milano, infatti, Hendrix e i suoi Experience si esibirono in un indimenticabile concerto al Piper Club, situato proprio negli spazi adiacenti alla Triennale.

L’eccezionalità di questa esposizione (e quindi del libro da cui è tratta) deriva dal fatto che di quelle performance non esistono registrazioni, ma solo il ricordo indelebile di chi è riuscito ad ascoltare dal vivo la chitarra infuocata del re del rock.
Alla fine Jimi entrò, aveva la Stratocaster bianca e una sigaretta accesa in bocca. Qualcuno del pubblico gli tese la mano e lui gliela diede. Ero talmente vicino a Jimi che se mi allungavo un po’ sarei riuscito a toccare le sue scarpe. Un concerto immenso, strepitoso”: così uno degli spettatori ricorda il live milanese. “Suonò dietro la testa, con i denti, tra le gambe, la strapazzò veramente quella povera chitarra. Quando il concerto finì, avevo le orecchie che mi fischiavano, però ero soddisfatto, non avevo mai sentito o visto una roba simile”, aggiunge nostalgico un altro fan che ha partecipato al concerto.
Si è trattato di un’esibizione leggendaria, insomma, il cui mito non può che essere ulteriormente alimentato dalla mostra di prossima apertura.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close