Sky Arte HD
SkyArte

Africa ed Europa: ripensare i rapporti tra le due sponde del Mediterraneo con l’arte

4 luglio 2018

BarthelemyToguo, Road to Exile

Curata dal drammaturgo, regista e produttore cinematografico nigeriano Awam Amkpa – anche docente di Teatro e African Studies alla NYU – New York University di Firenze – la mostra ReSignifications conduce nella cornice dei Cantieri Culturali alla Zisa – Zona Arti Contemporanee (ZAC), a Palermo, una nuova declinazione del progetto omonimo, avviato nel 2015 a Firenze dalla NYU Firenze e da Villa La Pietra, con il Museo Bardini e la Galleria Biagiotti.

Nell’anno di Palermo Capitale della Cultura 2018 e in contemporanea con Manifesta 12, questa rassegna espositiva introduce nella città siciliana quella proposta di riflessione su cultura, identità e cittadinanza nella storia europea che è alla base dell’iter di ReSignifications.
L’iniziativa, che ha preso avvio dalla collezione di sculture raffiguranti “moretti” – ritratti in posture di servitù a scopo ornamentale – appartenuta alla famiglia Acton, affianca sei esemplari di questo genere – ovvero sculture policrome raffiguranti Mori provenienti dalla collezione di Villa La Pietra, a Firenze – a circa 150 opere d’arte contemporanea – fotografie, sculture, dipinti e video inclusi – di 45 artisti internazionali.

Provenienti dall’Africa, dall’Europa e dalle Americhe, gli autori presenti in ReSignifications sono stati incoraggiati a reinterpretare le raffigurazioni dei corpi africani attraverso una pluralità di media.
Fotografia, pittura, scultura, video, installazioni e performance vengono dunque impiegati per offrire una rappresentazione dei nuovi “moretti”, che vengono rappresentati nei panni di ecclesiastici e politici, santi e soldati, schiavi ed esploratori. Il risultato è un invito, esteso a tutti i visitatori, a soffermarsi sui temi della cultura, dell’identità, della cittadinanza, a partire dagli “incontri” con l’Africa e il mondo occidentale.

Speriamo che questo lavoro – ha auspicato Ellyn Toscano, direttrice NYU e produttrice del progetto ReSignificationscontribuisca ad una migliore e più profonda comprensione della diaspora africana, nel corso della storia e contemporanea, e agli scambi fra le sponde del Mediterraneo”.
E ancora, nelle parole del curatore, “La mostra affronta e sovverte le convenzioni, esibendo le opere di artisti contemporanei e ponendole in dialogo con la vasta tradizione storica delle rappresentazioni ornamentali dei corpi neri. I lavori esposti conversano sullo sfondo della storia condivisa tra Europa, Africa e la diaspora africana“.

[Immagine in apertura: Barthelemy Toguo, Road to Exile]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close