Sky Arte HD
SkyArte

L’arte siriana torna a splendere: riaperto il National Museum di Damasco

6 novembre 2018

National Museum of Damascus Hypogeum_of_Yarhai

È un processo lento e delicato quello che la Siria sta vivendo negli ultimi mesi. Lacerato da un cruento conflitto pluriennale, il Paese si trova ancora in una situazione di forte squilibrio politico e sociale. Eppure, qualche spiraglio di luce si inizia a intravvedere, a cominciare dalle scelte delle istituzioni culturali siriane.

Risale a pochi giorni fa l’annuncio della riapertura del National Museum di Damasco che, nel 2012, aveva coraggiosamente nascosto in luoghi segreti migliaia di opere e manufatti custoditi nella sua raccolta, preservandoli così dalla violenza della guerra.

Oggi quegli stessi manufatti tornano alla portata del pubblico e dei visitatori che, nel tempo, si spera possano essere sempre più numerosi. La preziosa collezione del museo include reperti molto antichi, legati alla preistoria e alla classicità islamica, nonché all’ambito greco, a riprova del ruolo cardine giocato nei secoli dalla Siria sul fronte degli scambi commerciali e culturali con l’Oriente e l’Occidente.

[Immagine in apertura: National Museum of Damascus, Hypogeum of Yarhai. Photo by Arian Zwegers, fonte Wikipedia]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close