Sky Arte HD
SkyArte

Trento, draghi in mostra al Castello del Buonconsiglio

27 agosto 2013

Il titolo, divertito e un po’ misterioso, evoca antiche ricette stregonesche, rimanda a un universo magico, onirico, affascinante. La fantasia è al potere in quel di Trento, con il Castello del Buonconsiglio che si popola fino al prossimo gennaio di Sangue di drago, squame di serpente  , mostra che indaga l’inconografia del fantastico. Dalle più antiche civiltà del Mediterraneo fino ai giorni nostri, camminando lungo il sentiero che separa mitologia e leggenda.

La cornice dell’evento non è certo casuale. Le austere sale del castello portano su muri e soffitti gli affreschi di Dosso Dossi e del Romanino, tra unicorni e basilischi; creature immaginarie che popolano anche lo straordinario bestiario tardomedievale raffigurato nel Ciclo dei Mesi della Torre Aquila. Una location da sogno, che accoglie reperti archeologici di epoca romana e in arrivo dalla Magna Grecia: ori, monili, vasi istoriati con figure meravigliose, tra cerberi e centauri.

Gli stessi soggetti mitologici trattati, secoli dopo, da Tiziano e Tintoretto; sublimi gli argenti e i bronzi secenteschi in prestito dal Kunsthistorisches Museum di Vienna, con sfingi e mostri finemente cesellati. Il gusto barocco per il bizzarro trascende in un clima da autentica wunderkammer: da alcune tra le collezioni più importanti d’Italia e d’Europa ecco gli oggetti e i memorabilia collezionati nel Sei e Settecento, tra ossa di unicorno e scheletri di sirena.

Dal passato al presente, la suggestione del fantastico conquista anche il contemporaneo. Ad accogliere il pubblico della mostra è il gigantesco drago dello scenografo Gigi Giovanazzi, che sfida ad intrufolarsi tra le sue fauci; elegantissimo lo zoo in vetro di Alberto Gambale, delicate le statuette antropomorfe dell’argentina Silvia Levenson, con piccole dee moderne dal corpo femminile e il volto di cervo. O di lupo.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close