Sky Arte HD
SkyArte

Raffaello in 3D, sul grande schermo

3 febbraio 2017

Raffaello_1200x675

Farà parlare di sé, la pellicola in arrivo sui grandi schermi italiani il 3, 4 e 5 aprile prossimi. Dopo il successo dei primi tre titoli, Sky e Nexo Digital, in collaborazione con i Musei Vaticani e con Magnitudo Film, presentano il quarto film d’arte per il cinema: Raffaello – il Principe delle Arti – in 3D

Riconosciuto di interesse culturale dal MiBACT – Direzione Generale Cinema, il lungometraggio – prodotto da Sky 3D, con Sky Cinema e Sky Arte – segue il percorso tracciato dai suoi predecessori, con un connubio vincente tra digressioni artistiche, affidate a celebri storici dell’arte, raffinate ricostruzioni storiche che garantiscono un coinvolgimento intimo ed emotivo, le più evolute tecniche di ripresa cinematografica in 3D e UHD, per un’esperienza visiva totalizzante e coinvolgente.

La digressione artistica – affidata al commento autorevole ed appassionato di tre famosi storici dell’arte, Antonio Paolucci, Antonio Natali e Vincenzo Farinella – partirà da Urbino, città natale di Raffaello, lambirà Firenze e approderà a Roma e in Vaticano, apice ed epilogo della folgorante carriera dell’artista. 20 location e 70 opere, di cui oltre 30 firmate da Raffaello, saranno raccontate attraverso molteplici esclusive e punti di vista inediti.

Le ricostruzioni storiche, ispirate a dipinti ottocenteschi che testimoniano alcuni frammenti di vita di Raffaello, evocano una serie di momenti chiave dell’esistenza del pittore, coinvolgendo emotivamente lo spettatore e accompagnando i capitoli che compongono la digressione artistica.

A prestare il volto a Raffaello Sanzio durante le ricostruzioni storiche sarà l’attore e regista Flavio Parenti, mentre la Fornarina, la donna amata dall’artista, sarà interpretata da Angela Curri. Enrico Lo Verso vestirà i panni di Giovanni Santi e Marco Cocci quelli di Pietro Bembo. Scenografia e costumi sono curati da due eccellenze del cinema italiano, Francesco Frigeri e Maurizio Millenotti. Dopo le proiezioni italiane, la pellicola approderà nei cinema di 60 Paesi del mondo.