Sky Arte HD
SkyArte

Gibellina: al via le Orestiadi, tra teatro, musica e danza

14 luglio 2017

Orestiadi Gibellina 2017

20 spettacoli, 7 concerti, quattro prime nazionali distribuite nell’arco di un intero mese: sono questi i numeri della 36esima edizione del Festival Internazionale delle Orestiadi, rassegna internazionale di teatro, musica e danza in programma a Gibellina (Trapani) dal 15 luglio al 12 agosto.

Con la direzione artistica del Maestro Claudio Collovà, l’appuntamento quest’anno sarà inaugurato da Peppe Servillo che, con Pathos Ensemble – Napoli, proporrà Histoire du soldat – Un percorso a ritroso tra le due guerre mondiali, a partire dall’opera composta da Igor Stravinsky. Domenica 16 luglio, il testimone passerà alla Compagnia Marionettistisca Fratelli Napoli che presenterà La tragedia di Macbeth.
Sul fronte della danza, il coreografo Roberto Castello prenderà parte alle Orestiadi con Trattato di economia – il 21 luglio – instaurando un’intesa unica con Andrea Cosentino e dando così vita a una molteplicità di linguaggi scenici: il risultato sarà un “coreo-cabaret confusionale sulla dimensione economica dell’esistenza“. A partire dalla poetica di Marina Abramovič, lo stesso Cosentino, diretto da Andrea Virgilio Francesci, sarà successivamente protagonista dell’assolo comico Not Here Not Now, il 22 luglio. L’Orchestra Sinfonica Siciliana di Palermo, inoltre, si esibirà al Festival con il concerto dal titolo Piazza 15 Gennaio 1968.

Mercoledì 2 agosto e sabato 5 agosto spazio a due prime nazionali, rispettivamente con Sara – spettacolo con drammaturgia e regia di Ersilia Lombardo, che indaga il tema della sterilità all’interno di una coppia dei giorni nostri – e Maledetti, proposta dal Teatro del Sottosuolo di Carbonia. A chiudere il Festival Internazionale delle Orestiadi sarà Endo, il nuovo progetto di electro world music della band palermitana dei Nuclearte, formazione distintasi nell’ambito internazionale del genere con partecipazioni a diversi festival Womad nel mondo.