Sky Arte HD
SkyArte

World Press Photo of the Year 2018: vince lo scatto sulla crisi del Venezuela

14 aprile 2018

Venezuela Crisis. Ronaldo Schemidt, Venezuela, Agence France-Presse

Il più importante premio di fotogiornalismo a livello globale ha, anche quest’anno, il suo vincitore assoluto. Il riconoscimento principale – quello che decreta la World Press Photo of the Year – è stato infatti assegnato al fotografo venezuelano Ronaldo Schemidt, attivo con Agence France-Presse.
Scattata il 3 maggio 2017, la sua foto Venezuela Crisis si è imposta anche nella sezione Spot News, immagini singole, ottenendo il primo premio.

La foto vincitrice quest’anno ritrae un giovane uomo – il 28enne José Víctor Salazar Balza – la cui t-shirt sta letteralmente prendendo fuoco: una scia di fiamme accompagna il suo corso durante una corsa, immortalata da Schemidt durante una manifestazione di protesta contro il presidente venezuelano Nicolas Maduro, avvenuta a Caracas. Venezuela Crisis è stata scelta nella rosa dei finalisti annunciati nel mese di febbraio.
Come ha sottolineato Magdalena Herrera, direttrice della fotografia a Geo France e presidente della giuria, “la foto dell’anno deve raccontare un evento, deve porre domande… deve mostrare un punto di vista su quello che è successo nel mondo“. In particolare, l’opera vincitrice risulta essere “una foto classica, ma ha un’energia istantanea e dinamica. I colori, il movimento, e ha una buona composizione, ha forza. Mi ha dato un’emozione istantanea“, ha precisato Herrera.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close