Sky Arte HD
SkyArte

La pittura di Angelo Morbelli in mostra a Milano

19 marzo 2019

Angelo Morbelli, Le guglie del Duomo, 1915-1917, Olio su tela, Milano, Palazzo Morando – costume, moda, immagine

È un gradito ritorno quello della pittura di Angelo Morbelli a Milano, che celebra l’artista ottocentesco con la retrospettiva allestita alla GAM – Galleria d’Arte Moderna fino al 16 giugno, 70 anni dopo l’ultima monografica che la città lombarda gli ha dedicato.
A cura di Paola Zatti con la collaborazione di Alessandro Oldani, Giovanna Ginex e Aurora Scotti, la mostra si inscrive nel solco dei focus intitolati dalla Galleria agli artisti inclusi nella sua raccolta.

Dopo Alberto Giacometti, Medardo Rosso, Adolfo Wildt, Giovanni Boldini e Francesco Hayez, tocca ad Angelo Morbelli gettare metaforicamente nuova luce su un’epoca di passaggio tra due secoli, a partire da alcuni suoi capolavori custoditi dalla sede milanese. Morbelli 1853-1919 offre al pubblico un colpo d’occhio sulla poetica dell’artista originario di Casale Monferrato, che scelse Milano come città d’adozione, nel centenario della sua scomparsa.

Organizzata attorno a una serie di nuclei tematici, la rassegna mette in evidenza il legame sempre vivo che unì Morbelli ai propri luoghi di origine, la sua formazione all’Accademia di Brera, l’abilità e l’interesse nella resa pittorica di un’età delicata come la vecchiaia, l’approdo al Divisionismo, il talento nel restituire le atmosfere milanesi dell’epoca, fra tradizione e modernità, e l’avvicinamento ai dettami simbolisti.

Completa l’esposizione un dialogo tematico, compositivo e tecnico fra Morbelli e alcuni colleghi a lui contemporanei quali Ernesto Bazzaro, Giuseppe Pellizza da Volpedo, cui fu legato da lunga amicizia e scambi epistolari, Vittore Grubicy de Dragon e Medardo Rosso.

[Immagine in apertura: Angelo Morbelli, Le guglie del Duomo, 1915-1917, Olio su tela, Milano, Palazzo Morando – costume, moda, immagine]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close