Fotografia: da Lessing a Salgado, il lavoro in mostra a Bologna

16 maggio 2014


Si respirano fatica, sudore, orgoglio e al tempo stesso frustrazione, ansia di riscatto sociale. Di rivincita. Si avverte tutto il peso di un titanico eroismo contemporaneo nella mostra che porta al MAST di Bologna, fino a fine agosto, oltre un secolo di estetica del lavoro; immortalata negli scatti di alcuni tra i più grandi reporter e fotografi d’arte di sempre. Per un’indagine a tutto campo, che documenta con struggente efficacia le illusioni e le speranze del Capitale Umano .

Teatro dell’azione sono le fumose fabbriche di inizio Novecento e le sulfuree vetrerie boeme degli Anni Trenta; le terribili ma affascinanti miniere del Brasile ma anche anodini uffici di grandi multinazionali, luoghi che trasmettono la fredda e lucida spersonalizzazione del presente. Tra le sorprese quella di un giovanissimo Robert Doisneau, che prima di emozionare il mondo con il romanticismo dei suoi scatti si dedica a ritrarre gli operai di uno tra i più grandi stabilimenti Renault di Francia.

Tensioni di natura quasi pittorica, michelangiolesca o caravaggesca, nella disperata fisicità colta da Sebastião Salgado nei dolenti lavoratori del Minas Geiras, costretti a condizioni di vita prossime alla disperazione;  momenti di inequivocabile poesia quelli raccolti invece da Erich Lessing, che sceglie di raccontare il secondo dopoguerra attraverso il filtro degli anonimi eroi della ricostruzione, muovendosi tra cantieri e acciaierie.

Le tute blu si specchiano nei colletti bianchi, per un racconto collettivo che sa abilmente mescolare i piani dell’estetica e dell’etica; raccontando senza soluzione di continuità l’evoluzione stessa dell’idea e dell’approccio al lavoro dagli ultimi anni dell’Ottocento fino ai giorni nostri. Attingendo anche a preziosi materiali d’epoca: come la documentazione delle fotografie aziendali recuperate nel Belgio della Belle Epoque, o come lo straordinario lavoro di ricerca che ha visto Larry Sultan e Mike Mandel censire migliaia di immagini scattate nelle fabbriche americane degli anni del Boom.

[nella foto: Sebastião Salgado – Brasil, Gold Mines, Serra Pelada, 1986 © Sebastião Salgado/Amazonas Images/Contrasto]