Erotismo sul grande schermo, a Torino

13 gennaio 2016

PHANTASMS OF THE LIVING di JEAN-SEBASTIEN BERNARD_1

Torino, capitale contemporanea della settima arte, si prepara ad accogliere una nuova rassegna cinematografica. Dal 14 al 17 gennaio, i grandi schermi del Cinema Massimo faranno da sfondo alla prima edizione del Fish&Chips Film Festival, un articolato calendario di proiezioni ed eventi incentrati sul tema dell’erotismo.

Promosso da Altera e realizzato in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema, il nuovo festival nasce dall’idea di un gruppo di giovani provenienti da svariati contesti culturali e animati da un intento comune: affrontare il tema della sessualità in maniera creativa, dissacrante e intelligente, usando il linguaggio cinematografico per abbattere le barriere di pericolosi pregiudizi e tabù.

Fish&Chips inaugurerà con l’anteprima nazionale in versione 3D di Love, la controversa pellicola diretta da Gaspar Noé – già regista di Irréversible, con Monica Bellucci – e presentata all’ultimo Festival di Cannes.
La sensualità al femminile sarà celebrata con l’omaggio a tre rivoluzionarie interpreti del cinema erotico: Laura Antonelli, protagonista, recentemente scomparsa, del conturbante Malizia; Candida Royalle, autrice di Afrodite Superstar ed Erika Lust che, con il suo progetto XConfessions, raccoglie le più proibite fantasie degli utenti dell’omonimo sito, trasformandole in cortometraggi.

Il festival offrirà al pubblico anche l’opportunità di assistere a ben 9 anteprime nazionali e un’anteprima mondiale, tra gli 11 lungometraggi in concorso per aggiudicarsi il titolo di vincitore e il premio finale in denaro.
Inoltre, a corredo della rassegna, è prevista una serie di appuntamenti dedicati al legame tra erotismo e discipline artistiche, come la mostra dell’artista torinese Irene Pittatore, incentrata sull’immaginario erotico contemporaneo.

[Immagine in apertura tratta da Phantasms of the Living di Jean-Sébastien Bernard, in concorso nella sezione dedicata ai cortometraggi]