Il design finlandese in mostra a New York

19 aprile 2016

Finnish pavilion at the Paris World’s Fair, 1937. Photographed by Henry Sarian. Alvar Aalto Museum, 68‐006‐050

Con Artek and the Aaltos: Creating a Modern World la Bard Graduate Center Gallery di New York si concentra su una delle coppie più celebri dell’architettura e del design moderno, quella costituita da Alvar e Aino Aalto.

Oltre a rappresentare l’esordio assoluto negli Stati Uniti per il duo finlandese, artefice di un profondo rinnovamento in seno al Movimento Moderno, la mostra analizza l’azione innovatrice svolta dalla società Artek. Fondata dagli Aalto nel 1935, l’azienda è anche una delle loro imprese più note e longeve, capace di immettere nuovo vigore nel settore degli interni e del design, anche attraverso la produzione di di mobili in legno curvato.

Resa possibile dalla sinergia tra la Alvar Aalto Foundation di Helsinki e il team curatoriale, Artek and the Aaltos: Creating a Modern World offre al pubblico statunitense, per la prima volta, un percorso in circa 200 opere, tra cui disegni per progetti architettonici e di interni, dipinti, fotografie e un’ampia produzione di arredi, in vetro, legno o tessuto.
Alla mostra è associato un catalogo d’eccezione, distribuito dalla Yale University Press: si tratta infatti del primo libro in lingua inglese nel quale il lavoro degli Aalto viene presentato in profondità, realizzato grazie alla disponibilità degli archivi dello studio e della Artek.

[Immagine in apertura: gli arredi Artek all’interno del Padiglione finlandese all’Expo di Parigi del 1937. Photo by Henry Sarian. Alvar Aalto Museum, 68‐006‐050]