Il suono di uno Stradivari aiuta l’arte

16 aprile 2016

MATTEO_FEDELI violino stradivari

Un recital, per violino Stradivari “ex Bazzini” del 1715 e pianoforte, è il concerto appena andato in scena a Somma Lombardo per sostenere una buona causa: il recupero dell’antica chiesa cinquecentesca di San Vito e dei suoi affreschi seicenteschi.

Un evento che ha permesso un incontro importante con il violinista Matteo Fedeli (nell’immagine in apertura): “Abbiamo raccolto una grande opportunità per portare a Somma Lombardo un evento del tutto eccezionale con il maestro Fedeli”, ha spiegato Walter Camarda, Presidente dell’associazione Amici della Chiesa di San Vito.

Definito come “l’uomo degli Stradivari”, Matteo Fedeli è infatti il violinista che ha suonato più violini antichi al mondo: ben 25. Attraverso il progetto Uno Stradivari per la gente si propone di far conoscere al grande pubblico il suono di questi straordinari strumenti.
E Somma Lombardo è stata l’occasione per Fedeli di suonare un violino di 300 anni fa: costruito in quello che viene definito il “periodo d’oro” di Antonio Stradivari, l’ex Bazzini ha una sonorità eccezionale ed è considerato tra i migliori violini al mondo.