La Bologna di Andrea Pazienza

29 aprile 2016

Marta Dalla Via e gli attori di Fabbricateatro

Dopo Assoluto inizio dello scorso anno, la compagnia Fratelli della Via porta nuovamente in scena un’opera teatrale ispirata alla scrittura di Andrea Pazienza; uno dei più grandi fumettisti italiani di sempre, creatore di personaggi indimenticabili come Zanardi, Pentothal, Pompeo e scomparso nel 1988 ad appena 32 anni.

La sera di sabato 30 aprile, presso il Teatro Astra di Vicenza, il duo di artisti presenterà Oltre Alice. Personale Politico Pentothal, un progetto realizzato in collaborazione con Fabbricateatro – il laboratorio teatrale permanente de La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale – e ispirato a Le straordinarie avventure di Pentothal, racconto di Andrea Pazienza ambientato sullo sfondo delle contestazioni studentesche del Marzo bolognese, pubblicato nel 1977.

I Fratelli Dalla Via hanno posto anche in questo caso al centro del loro lavoro la parola, concentrandosi sull’opera di Pazienza non tanto come disegnatore, quanto come autore di testi e geniale inventore lessicale. Il racconto scenico è per questo dedicato a Radio Alice, la voce narrante del Marzo Bolognese.

Come ha spiegato Marta Dalla Via, “La Femminista, L’Autonomo, L’Indiano Metropolitano, Il Fantasma del ‘68, Il Carabiniere, l’Intellettuale, L’Infiltrato e, forse, Francesco Lorusso e Giorgiana Masi saranno gli spiriti di un distopico programma radiofonico“, le cui voci riaffiorano a distanza di anni “per far rivivere nello spazio ideale e fisico del Teatro Astra lo spirito della Traumfabrik, la Fabbrica dei Sogni che nel 1977 era il nome dell’appartamento bolognese occupato nel quale si riunivano alcuni gruppi di giovani creativi e che diventò per la generazione dei ragazzi di quegli anni una vera icona del sogno di libertà“.