Una pausa di felicità, con Renoir

2 maggio 2016

Pierre-Auguste Renoir, La baigneuse blonde, 1882, Torino, Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli

Il potere terapeutico dell’arte non è certo una novità. A riprova dei benefici derivanti dall’universo creativo, la Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli di Torino propone L’arte di Renoir portatrice di serenità ed empatia, un appuntamento per promuovere il benessere attraverso la fruizione delle opere d’arte.

Un counselor guiderà il pubblico in un percorso in cui i capolavori della collezione permanente saranno il punto di partenza per entrare in contatto con le proprie emozioni e con la propria capacità di espressione.

Mercoledì 4 maggio, nello Scrigno della Pinacoteca, i partecipanti potranno prendere una pausa dal vortice della quotidianità concentrandosi su un dipinto del pittore francese. Al termine, il pubblico avrà la possibilità di condividere la propria esperienza, dimostrando la natura davvero empatica dell’arte.

[Immagine in apertura: Pierre-Auguste Renoir, La baigneuse blonde, dettaglio, 1882, Torino, Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli]