A Biella, il paesaggio raccontato dalla fotografia

25 ottobre 2017

Stephen Shore Holden Street, North Adams, Massachusetts, July 13, 1974 c-print 20,5 x 25,5 cm © l’artista

L’autunno inaugura all’insegna della fotografia a Biella, grazie all’efficace collaborazione tra Fondazione Fotografia Modena e Palazzo Gromo Losa srl, società strumentali di Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e di Fondazione Cassa di Risparmio di Biella. Allestita presso Palazzo Gromo Losa dal 27 ottobre al 7 gennaio, la mostra Terre di Uomini offrirà al pubblico uno sguardo dettagliato sul paesaggio descritto attraverso l’obiettivo fotografico.

Animata da oltre settanta opere firmate da trentadue autori e provenienti dalla collezione di fotografia contemporanea della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, la rassegna si concentrerà in particolare su tre visioni del paesaggio diverse ‒ americana, africana e italiana ‒ mettendone in luce gli svariati approcci e componenti.

Lungo una ideale linea del tempo che dagli anni Trenta si collega all’epoca più recente si collocano, sul fronte americano, le opere di Ansel Adams, Edward Weston, Callahan, Siskind e Stephen Shore, alternando natura, paesaggio industriale e presenza umana. Quotidianità, ambiente naturale ed eventi politici si mescolano negli scatti dei fotografi africani, tra i quali spiccano Osodi, Goldblatt, Naudé e Apagya.

Per quanto riguarda l’Italia, il paesaggio è uno dei soggetti più amati dagli autori nostrani, al punto da aver dato il via a una vera e propria tradizione visiva sull’argomento. Basti pensare alle immagini di Luigi Ghirri, Franco Fontana e Gabriele Basilico, veri e propri punti di riferimento per artisti del calibro di Guido Guidi e Mimmo Jodice.

[Immagine in apertura: Stephen Shore, Holden Street, North Adams, Massachusetts, July 13, 1974, c-print © l’artista]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close