A Torino va in mostra la maiolica, regina del Rinascimento

11 agosto 2019


Fino al 14 ottobre, la mostra L’Italia del Rinascimento. Lo splendore della maiolica, allestita nella Sala del Senato di Palazzo Madama, a Torino, offre un affascinante excursus sulla storia di una preziosa forma d’arte che affonda le radici nell’epoca rinascimentale, ma che conserva intatta la bellezza dei colori originari.

Con un corpus di oltre duecento manufatti provenienti da collezioni private tra le più importanti al mondo e dalle raccolte di Palazzo Madama, il percorso espositivo si snoda lungo diversi itinerari, focalizzando l’attenzione sul periodo compreso tra la metà del Quattrocento e la seconda parte del Cinquecento.

In apertura, il rito del pranzo, con le maioliche disposte sulla credenza, pronte per la tavola imbandita; poi a spiccare sono i principali centri produttori di maiolica in Italia, come Deruta, Faenza, Urbino, Gubbio, Venezia e la stessa Torino. Lo sguardo si sposta dunque sui soggetti delle maioliche, dai temi religiosi a quelli profani, tratti dalla storia antica e dalla mitologia, o riguardanti la vita affettiva e lo status sociale dei committenti. Il percorso termina con una serie di capolavori, collocati in singole vetrine, come la brocca in porcellana medicea di Palazzo Madama, straordinario esempio della prima imitazione europea della porcellana cinese.

[Immagine in apertura: Rinfrescatoio del servizio Salviati, Bottega di Pietro e Paolo Bergantini, Faenza, 1531. Palazzo Madama, Torino]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close