L’arte va in corsia. I dipinti di Paolo Franzoso al Gemelli di Roma

20 settembre 2019


Arte ed emozioni sono da sempre indissolubilmente legate. Ma come far sì che la bellezza sia anche terapeutica? Prova a spiegarlo in questa iniziativa inedita il Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS di Roma che, a partire dal 24 settembre, si trasformerà per la prima volta in un vero e proprio spazio espositivo.

A cura di Marco Bertoli – art advisor e consulente per la casa d’aste Christie’s a New York e Londra –, il progetto metterà in mostra circa venti opere del pittore e collagista Paolo Franzoso, inaugurando, nel corridoio del quarto piano, un percorso espositivo aperto a tutti ma soprattutto ai pazienti dell’ospedale, con l’obiettivo di portare bellezza in un luogo che più di altri ha bisogno dell’esperienza estetica per dare speranza e motivazione.

In scena fino al 18 ottobre, Arte in corsia: Paolo Franzoso è organizzata grazie alla collaborazione tra Bertoli e il professor Antonio Chiaretti, responsabile del Pronto Soccorso pediatrico del Policlinico. Un progetto a scopo benefico, così salutato dal docente e specialista dell’ospedale: “Questa mostra pittorica testimonia la vicinanza dell’arte figurativa al mondo dei bambini, poiché spesso la mente e il sentire di un artista sono molto vicini a quelli dell’infanzia. Anche per tale motivo una quota del ricavato della mostra sarà devoluta al Pronto Soccorso pediatrico del Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS di Roma, per migliorarne le attività e l’accoglienza rivolta ai piccoli pazienti che a esso afferiscono”.

[Immagine in apertura: Paolo Franzoso, Fantastica Roma]