Sky Arte HD
SkyArte

Lo humour di Martin Parr a Düsseldorf

17 luglio 2019

Martin Parr: Chichen Itza, Mexico 2002 © Martin Parr / Magnum Photos

Se, davanti a una fotografia scattata da Martin Parr, vi sentite allo stesso tempo divertiti e rattristati, non preoccupatevi: non siete impazziti, perché è esattamente la reazione che il fotografo ricerca con i suoi scatti: “Le cose non sono completamente buone, né cattive. Sono sempre interessato a immortalare entrambi gli estremi”, ha dichiarato.
L’autore inglese è considerato uno dei maggiori esponenti della fotografia documentaria contemporanea, non a caso; un cronista impietoso della nostra epoca, cui il NRW-Forum Düsseldorf dedica una grande mostra curata da Ralph Goertz, direttore dell’IKS—Institut für Kunstdokumentation, in programma dal prossimo 19 luglio fino al 10 novembre, che di fatto è la più aggiornata retrospettiva mai realizzata.

Grotteschi, esagerati? Sicuramente britannici nello humour sono i soggetti ritratti da Martin Parr, la cui carriera è tutta incentrata sull’essere umano e il contesto in cui vive. Oltre a serie ormai diventate celebri, come Think of England e Life’s a Beach, l’esposizione tedesca permetterà di conoscere anche gli esordi del fotografo Magnum, grazie a degli scatti appartenenti al suo primo lavoro, Bad Weather. Tornando al presente, invece, va segnalata la serie Kleingärtner (Allotment Gardeners), che Parr ha realizzato appositamente per la mostra a Düsseldorf.

Insieme al contenuto, la retrospettiva esplora anche le tecniche fotografiche e l’uso del mezzo da parte di Parr: il ricorso all’esagerazione – nei colori, per esempio – come cifra stilistica è funzionale per mettere in luce – letteralmente! – i cliché cui gli individui sono inconsciamente assoggettati, attraverso i quali si autorappresentano.

[Immagine in apertura: Martin Parr, Chichen Itza, Mexico 2002 © Martin Parr / Magnum Photos]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close