Il Pasolini pittore conquista New York

17 dicembre 2012


È conosciuto per la sua penna, capace di profonde tenerezze e allo stesso tempo di crude verità. Ed è apprezzato come cineasta, lirico e drammatico, dotato di una facilità espressiva unica e inimitabile. Pier Paolo Pasolini è stato intellettuale feroce e coraggioso, capace di imprimere un segno indelebile nella cultura del Paese: a novant’anni esatti dalla nascita è New York ad omaggiare una delle sue meno note stagioni creative. Con una mostra al MoMA.

Uno dei templi del contemporaneo accoglie quaranta tele – tutti ritratti o autoritratti – firmati per lo più nei primissimi Anni Quaranta, da un Pasolini appena ventenne. Un artista a tutto tondo, ancora alla ricerca del modo più efficace per esprimere la propria incontenibile sensibilità; non un semplice passatempo giovanile, però: in mostra anche opere che risalgono all’ultimo vibrante periodo creativo.

La retrospettiva, avvio ideale per le celebrazioni dell’Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti, si accompagna a molteplici eventi dedicati alla memoria di Pasolini. È stato proprio il MoMA ad ospitare la prima mondiale del celebre “Medea”, nella versione recentemente restaurata dall’Istituto Luce; in una serata introdotta dalla lettura di alcuni tra i brani più intensi del Pasolini poeta.

Da Alba Rohrwacher a Pierfrancesco Favino, fino ad un immancabile Ninetto Davoli, autentico feticcio per il regista: molti gli attori italiani che hanno partecipato all’evento, offrendo la propria interpretazione. Al PS1, dependance del MoMA a Long Island, performance di artisti contemporanei ispirati dai capolavori di Pasolini, con prolungato programma di proiezioni per film come “Salò e le 120 giornate di Sodoma”, “Teorema” e “Medea”.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close