Libri della settimana: calcio e politica, le passioni degli italiani

25 gennaio 2013


Farà certamente discutere la sua uscita nelle librerie a ridosso della scadenza elettorale: pamphlet che si annuncia incendiario l’Alta voracità di Beppe Grillo, in stampa per i tipi di Rizzoli. Gli strali del comico ligure si concentrano, in questo caso, sulle politiche di consumo del territorio: Grillo punta il dito contro il cantiere della Tav in Val di Susa, ma anche contro il progetto per un ponte sullo Stretto di Messina.

L’esperienza del governo tecnico passata al setaccio, con sguardo critico e profondità di indagine: un giudizio che non manca di svelare luci ed ombre di una stagione determinante per la storia del Paese. Esce per Marsilio Il peccato del professor Monti, riflessione a firma di Franco Debenedetti: imprenditore, uomo di cultura e per tre volte senatore nei banchi del centrosinistra. Un libello che, partendo dalla cronaca, non manca di indagare vizi e virtù della politica italiana.

Dalla politica ad un’altra grande passione italiana: il calcio, naturalmente. Protagonista assoluto del romanzo d’esordio di Marco Marsullo: esce per Einaudi Atletico Minaccia Football Club, colorita, travolgente e pirotecnica commedia in forma di romanzo. Piccoli eroismi e ciniche massime di vita, che fanno degli spelacchiati campetti di provincia teatri degni delle più epiche battaglie campali.

E in tema di pallone c’è attesa per la traduzione italiana di “Geen Genade”, letteralmente Nessuna pietà: autobiografia con cui la talentuosa ala olandese Andy Van Der Meyde ha scioccato il mondo dello sport. Una vita spesa negli eccessi, una carriera rovinata dall’abuso di alcool: la testimonianza di un campione schiacciato dal peso del successo, passato dalle luci della Champions League alla polvere della strada.