Un secolo e non sentirlo. A New York torna l’Armory Show

8 marzo 2013


Nasce come evento puramente espositivo esattamente un secolo fa. Diventa, negli ultimi tempi, una fiera: ed entra subito nel novero dei più importanti appuntamenti internazionali con il mercato dell’arte; favorendo la nascita, a ruota, di una miriade di eventi off. I primi venti di primavera portano, a New York, la tradizionale Armory Show: i padiglioni lungo i moli 92 e 94 accolgono duecento gallerie in arrivo da oltre trenta diversi paesi.

L’edizione del centenario è, per Armory, occasione per riflettere sulla propria identità e sui padri fondatori del contemporaneo americano. Protagonista assoluto, naturalmente, il papà della pop art: ad Andy Warhol è dedicata l’area “Focus”, non a caso curata dal direttore del Warhol Museum; tra i gadget diffusi durante l’opening ecco spuntare fedeli riproduzioni delle mitiche scatole del detersivo Brillo, tra i grandi successi dell’artista.

Quattordici le gallerie che partecipano al progetto “I Am An American”: ad essere selezionati solo artisti statunitensi in grado di raccontare, con il proprio lavoro, le evoluzioni della società a stelle e strisce. Come nel caso di David Cole, autore di monumentali installazioni scultoree dalla forte carica evocativa; messaggi, i suoi, che non fuggono temi politici. Anzi: sanno offrire, con ironia, una fotografia disincantata del mito americano.

Ma nei giorni di Armory – dal 7 al 10 marzo – è l’intera New York a ribadire il proprio ruolo di capitale mondiale del contemporaneo, con una ricca serie di fiere off. A partire da Independent, considerata punto di riferimento per i movimenti di avanguardia; fino a Volta, tra i primi eventi a puntare decisi sulla formula del solo show. Diverse le location cariche di suggestione: come la vecchia scuola che accoglie, nelle sue aule, Spring/Break Art Show; mentre Scope opta per l’austera Moynihan Station.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close