Addio al creatore delle più belle copertine di album

15 ottobre 2015

bruce springsteen born to run album copertina

L’11 ottobre, si è spento all’età di 83 anni John Berg. Forse a molti questo nome non dirà molto, ma è stato uno dei più importanti art director del secolo scorso. Definito dal New York Times come “l’uomo che fece suonare le copertine dei dischi”,  a lui si devono le cover di tanti album iconici della storia della musica degli ultimi 50 anni.

Da quando ha iniziò a lavorare per la Columbia Records nel 1961 e sino al 1985, John Berg è stato responsabile della grafica di più di 5mila album. Uno dei più famosi è il Greatest Hits di Bob Dylan del 1975, con il volto in controluce e di profilo del cantante, ritratto dal fotografo Rowland Scherman. Grazie a questo album, Berg vinse il suo primo – ne seguirono altri 3 – Grammy Award.

Ma è solo una delle tante copertine memorabili firmate da Berg. Quando fu incaricato di occuparsi di Born to run, il terzo album di Bruce Springsteen uscito nel 1975 (in apertura dell’articolo), fu lui a scegliere la fotografia della cover, dopo aver bocciato quella – troppo seriosa – proposta inizialmente dal cantante. Ne risultò una copertina di grande impatto, che segnò la storia e contribuì alla svolta di successo nella carriera di Springsteen.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close