Studio65, 50 anni di creatività italiana

23 novembre 2015

Studio65_divano Bocca-rossa ®-Stefano-Ferroni

La GAM – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino si prepara a inaugurare la prima grande mostra monografica dedicata alla storia e alle produzioni pop di Studio65. Dal 27 novembre al 28 febbraio 2016, Il Mercante di Nuvole. Studio65: cinquant’anni di Futuro celebrerà i 50 anni di attività del collettivo che alcuni aspiranti architetti italiani fondarono negli anni Sessanta, proprio nel capoluogo piemontese.

Con un allestimento coinvolgente concepito come fosse una rete urbana, con tanto di strade e piazze, la mostra attinge dal vasto repertorio di disegni e oggetti di Studio65, molti dei quali prodotti dallo storico marchio Gufram, che per l’occasione presenta in anteprima una nuova edizione speciale limitata del mitico divano Bocca, nato nel 1970 dalla collaborazione tra lo studio e l’azienda di Barolo.

La capacità di immaginare e trasformare elementi d’arredo in icone del nostro tempo – spiega la curatrice Maria Cristina Didero – è mossa dalla natura profondamente irriverente, rivoluzionaria e iconoclasta che ha caratterizzato l’attività di Studio65 per oltre mezzo secolo dalla sua nascita, e che oggi fa il punto sul passato per guardare al futuro”.

Dopo Torino, Il mercante di nuvole. Studio65: cinquant’anni di futuro farà tappa in altre istituzioni internazionali a partire dal Medio Oriente – previste Ryad a ottobre 2016 e Jeddah nel febbraio 2017 – per portare oltre i confini nazionali uno dei più grandi protagonisti del design italiano.

[Immagine in apertura: Studio65, Bocca rossa per dire parole di fuoco, ediz. 2015, divano prodotto da Gufram © Stefano Ferroni]