La primavera è in fiore a Pienza

30 aprile 2016


Sta per prendere il via a Pienza la 31esima edizione della fortunatissima rassegna Pienza e i Fiori, una delle più attese manifestazioni che animano la primavera toscana. In occasione del 20esimo anniversario dell’ingresso di Pienza fra i luoghi dichiarati Patrimonio dell’Umanità, l’evento celebrerà proprio il riconoscimento UNESCO e i suoi importanti significati.

Dall’1 all’8 maggio, piazza Pio II – di fronte alla Cattedrale di Pienza – si trasformerà in un incredibile giardino all’italiana con aiuole fiorite, mentre la splendida corte porticata di Palazzo Piccolomini, ospiterà, il 7 e l’8 maggio, un gigantesco tappeto di fiori. Milioni di petali, abilmente selezionati e disposti dai maestri dell’Infiorata di Genzano, ricreeranno le immagini dei luoghi Unesco nel mondo.

L’intera città parteciperà alla manifestazione: numerosi spazi urbani e corti saranno addobbati come per una sontuosa festa rinascimentale, mettendo in risalto alcuni caratteristici angoli di Pienza. Il consueto mercato dei fiori si svolgerà nelle strade del centro storico e nei giardini di piazza Dante Alighieri sempre nelle giornate di sabato 7 e domenica 8 maggio.

Il ricco calendario di appuntamenti proseguirà con la visita ai giardini storici del territorio di Pienza, per scoprire le meravigliose architetture verdi del giardino pensile di Palazzo Piccolomini, quelle del Giardino del Monastero di Sant’Anna in Camprena, del raffinatissimo giardino della Foce e infine l’elegante giardino all’italiana di Palazzo Massaini. Il Comune di Acquapendente realizzerà, il 6 e il 7 maggio, sotto le logge del Palazzo Comunale, il tradizionale Pugnalone di Acquapendente – la grande composizione floreale eseguita dai maestri locali in onore di Pienza.