Rem Koolhaas, il suo libro-manifesto a teatro

12 aprile 2016


Dal 1978 a oggi, Delirious New York non ha smesso di esercitare fascino e attenzione, divenendo un best-seller e un punto di riferimento per generazioni di progettisti e non solo.
Pubblicato nel 1978 da Rem Koolhaas – fondatore dello studio internazionale di architettura OMA – Office for Metropolitan Architecture, Direttore della XIV Mostra Internazionale di Architettura di Venezia nel 2014 e Premio Pritzker nel 2000 – il saggio ha offerto al regista e attore teatrale Filippo Andreatta lo stimolo decisivo per uno spettacolo che porta sul palcoscenico un’indagine sul comportamento umano nella città contemporanea.

Messo in scena a cura di OHT – Office for a Human Theatre, compagnia attiva nel territorio di confine dei linguaggi, tra arti performative, installazione e design, Delirious New York verrà presentata con una serie di repliche in tre tappe, all’interno del cosiddetto “triangolo industriale italiano”.
Dopo l’esordio alla Fondazione Luzzati Teatro della Tosse di Genova – dal 15 al 17 aprile – lo spettacolo si sposterà al CRT Teatro dell’Arte – Triennale di Milano (il 20 e 21 aprile) per poi concludere il tour, il 22 e 23 aprile, in una sede inconsueta per il teatro: il Castello di Rivoli – Museo d’Arte Contemporanea.

[Immagine in apertura: Untitled © OHT, ph Milo Adami, 2009]