A Milano, Artemisia Gentileschi come non l’avete mai vista

29 maggio 2016

teatro dell'arte spettacolo artemisia gentileschi ET MANCHI PIETA photo anagoor

Sarà il Teatro dell’Arte di Milano – lo spazio votato alle nuove espressioni artistiche situato all’interno della Triennale di Milano – la cornice di Anagoor – Et manchi pieta, un suggestivo progetto di teatro e musica dedicato alla figura di Artemisia Gentileschi, in cartellone dal 31 maggio al 5 giugno prossimo.
Nato da una collaborazione tra la compagnia teatrale Anagoor e Accademia d’Arcadia, lo spettacolo intende evocare per immagini l’icona per antonomasia dell’artista donna, la cui produzione iconografica è entrata nell’immaginario collettivo in associazione con un vissuto tempestoso e a tratti persino violento.

Et manchi pieta è stato concepito come un “dispositivo per una grande visione che si sprigioni in concerto con la musica del tempo di Artemisia” e combina 13 grandi quadri dell’affascinante artista di scuola caravaggesca con altrettate “stazioni di una vita“.
A questi binomi si legano 13 brani musicali – opere di Monteverdi, Merula, Strozzi, Castello, Landi, Rossi, Falconieri, Fontana, Trabaci, Marini – inseriti per attivare un legame forte tra la musica del tempo di Artemisia, i suoi soggetti pittorici e specifici episodi della sua esistenza.

In occasione della terza conferenza pubblica dell’IBA – International Biennal Association – in programma a Milano dal 30 maggio al 2 giugno 2016 – Et manchi pieta sarà presentato con una novità rispetto alle precedenti rappresentazioni: a salire sul palcoscenico sarà infatti Moreno Callegari, attore del collettivo Anagoor, che prenderà per mano il pubblico invitandolo a partecipare a questo affascinante viaggio tra arte, parole e musica, alla scoperta di Artemisia Gentileschi.