Un tesoro sommerso ritrovato in Israele

22 maggio 2016

Copyright: Clara Amit, courtesy of the Israel Antiquities Authority

È una scoperta davvero importante, quella compiuta in maniera del tutto casuale da due sommozzatori nell’antico porto di Caesarea, tra Tel Aviv e Haifa, in Israele. I fondali al largo della città hanno rivelato la presenza di uno strabiliante carico, andato disperso – insieme alla nave mercantile che lo trasportava – diversi secoli fa.

L’intervento della Israel Antiquities Authority ha consentito lo scandagliamento e il recupero di alcuni dei preziosi manufatti bronzei, inabissatisi 1600 anni fa, durante la tarda dominazione romana. Molti degli oggetti risultano in ottimo stato di conservazione, restituendo dettagli di grande valore.

Tra i manufatti ritrovati spiccano una lampada in bronzo dipinta con l’immagine del dio del Sole, una statuetta raffigurante la dea della Luna (nell’immagine in apertura; copyright Clara Amit, courtesy of the Israel Antiquities Authority), alcuni oggetti dalle sembianze di animali e numerosi frammenti dei vasi utilizzati per il trasporto. A ciò si aggiungono due sorprendenti conglomerati di monete, che hanno assunto la forma dei recipienti in terracotta che le contenevano.