Cinque mostre celebrano i settant’anni di Magnum Photos

28 febbraio 2017


È una ricorrenza davvero speciale quella vissuta nel 2017 da Magnum Photos, una delle più famose agenzie fotografiche al mondo. Fondata nel 1947, la società nacque con l’obiettivo di tutelare la libertà creativa dei fotografi e i diritti sui propri lavori attraverso una forma cooperativa. Magnum festeggia i suoi primi settant’anni in compagnia di ben cinque eventi espositivi organizzati da una triade di città italiane.

È proprio il legame tra gli autori della scuderia Magnum e il Belpaese il cuore pulsante della rassegna ospite di Camera, a Torino, dal 2 marzo al 21 maggio. 20 fotografi – tra cui Robert Capa, Henri Cartier-Bresson e Paolo Pellegrin – raccontano i fatti grandi e piccoli che hanno costellato la storia italiana dal dopoguerra a oggi.

Al Museo del violino di Cremona, invece, dal 4 marzo al 10 giugno, i riflettori saranno puntati sullo stretto rapporto di collaborazione tra i fotografi di Magnum e la rivista Life, le cui pagine fecero spesso da cornice agli strabilianti reportage firmati dai professionisti dello scatto. Animeranno la rassegna Life – Magnum. Il fotogiornalismo che ha fatto la storia personalità del calibro di Elliott Erwitt, Ernst Haas e Philippe Halsman.

Sono tre, infine, gli appuntamenti in programma al Museo di Santa Giulia di Brescia, nell’ambito del Brescia Photo Festival 2017, a partire dal 7 marzo e fino al 3 settembre. Steve McCurry. Leggere riunirà una settantina di scatti realizzati da uno dei nomi di punta dell’agenzia Magnum e incentrati sul tema della lettura, mentre Magnum’s First proporrà oltre 80 stampe vintage in bianco e nero appartenute alla prima mostra Magnum e “dimenticate” per un cinquantennio. Magnum – La première fois si concentrerà sui reportage che hanno sancito l’autonomia creativa di venti autori destinati a un successo planetario.

[Immagine in apertura: Venice. Italy. 1989 © Martin Parr/Magnum Photos]